Benevento Calcio: quella insostituibile certezza dell’essere…

Con il rientro di Schiattarella a centrocampo cosa potrebbe o non potrebbe cambiare?

Tanta roba… tanta roba! Chi piu ne ha più ne metta? No! Non è affatto così! Chi più ne ha non necessariamente più ne debba mettere… sicuramente è un valore aggiunto per ogni squadra avere a centrocampo calciatori del calibro di Schiattarella, Viola, Hetemaj ma non è detto che metterli dentro insieme possa essere la giusta soluzione.

Quindi… centrocampo a tre o centrocampo a cinque? No! Per me resta a quattro, perché da quel che si è visto sin ora, mister Inzaghi ha le idee chiare, è determinato ed ha già fatto le sue scelte per cui certamente non modificherà l’assetto di una squadra che, nonostante è priva dei gol dei suoi attaccanti, oggi è in vetta alla classifica del campionato di Serie B.

Quindi risposta scontata… il 4-4-2 non si tocca! Un sistema di gioco dettato da una mentalità vincente che Inzaghi ha trasmesso ai suoi uomini e a tutto l’ambiente… una mentalità che finora ha portato gli stregoni ad essere imbattuti… sì!… imbattuti, proprio come una delle migliori squadre d’europa che milita nella massima serie del campionato italiano e che non a caso è prima in classifica proprio come il Benevento.

E allora no! Quando si vince, non si cambia! Non bisogna commettere gli errori della passata stagione dove, anche quando si vinceva e sembrava che si fosse trovata la “quadra” giusta, si cambiava per il gusto di sperimentare, forse anche carichi di un pizzico di presunzione.

Le “Ferrari” bisogna saperle guidare… alzare il piede dall’accelleratore non è sinonimo di paura ma bensì è segno di intelligenza e ponderatezza, perché un “fuori pista’ potrebbe nascondersi dopo la prima curva e questo “Super Pippo” lo sa bene, perché per fortuna, da allenatore, qualche “sbandata” già gli è capitata.

Non ci resta allora che attendere il rientro sul prato di Schiattarella e Sau, che saranno dell’ottimo carburante non solo per far rifiatare qualcuno, ma soprattutto per tentare la volata verso quel traguardo che tutti noi auspichiamo.

 

Credits photo: facebook.com/filippoinzaghiofficial
Tommaso Delli Veneri

Tommaso Delli Veneri

Sembra un colpo di fulmine, l'attimo, in cui gli sguardi si incrociano ed immediatamente c'è feeling tra lui e lo studio radiofonico; da allora scatta una sorta di innamoramento nei confronti di questo strumento comunicativo ed insieme vissero per sempre "felici e contenti".