La settimana del Benevento calcio, tra campo e mercato

Settimana densa e importante quella che ha visto protagonista il Benevento calcio, sia sotto il punto di vista agonistico che per quanto riguarda il fronte mercato.

Perché sebbene superata ampiamente la data del 31 gennaio come termine ultimo per le trattative tra le società, il mercato degli svincolati permette ancora di perfezionare alcune operazioni. E così un po’ a sorpresa il DS Foggia ha piazzato il colpo.Arriva infatti, a parametro zero, il centrocampista polacco, classe 96’ Dejan Vokic, reduce da 15 presenze nella massima serie polacca con lo Zaglebie Sosnowiec. Un nome nuovo per la rosa di Mister Bucchi che, dopo il ritorno dal prestito di Armenteros e gli arrivi di Crisetig e Caldirola, può ritenere puntellata la rosa in tutti i ruoli che risultavano scoperti.

Ora la testa è tutta proiettata al campionato, dove lo scorso venerdì il Benevento ha ottenuto uno storico e fondamentale successo sul campo della Salernitana, che proietta gli 11 di Bucchi a ridosso dei primissimi posti della classifica.

Il goffo autogol di Micai ha così portato tre punti fondamentali ed ha aperto al Benevento scenari interessantissimi per il proseguo del campionato, certificando lo stato di grazia dei Sanniti, già proiettati all’altro importante match casalingo di Sabato, dove al Vigorito andrà in scena il Cittadella, uno degli avversari alla corsa playoff.

Quello che è venuto fuori dall’incontro di Salerno è stato un Benevento cinico, sicuro delle proprie forze, mai come questa volta convinto delle proprie possibilità in chiave promozione.

La speranza è di avere sempre di più continuità a livello di risultati e di gioco, senza farsi prendere dai facili entusiasmi, come già successo nelle primissima parte della stagione, dove tutto sembrava troppo facile, salvo poi rendersi conto delle innumerevoli difficoltà, insidie e trabocchetti che sono insite in un campionato lungo e dispendioso come quello di serie B.

E allora da Salerno al Vigorito, tutto in sette giorni, testa al difficile impegno interno contro il Cittadella. Squadra ormai abituata da qualche anno a viaggiare nei quartieri alti del campionato cadetto, sicuramente un banco di prova importante per il Benevento, che servirà ancora di più a capire quali sono le reali ambizioni della squadra del presidente Vigorito

Fabrizio Maselli

Fabrizio Maselli

Appassionato di tutto ciò che concerne il mondo dello spettacolo, in particolare quello che è impresso su pellicola; passerebbe le giornate in una sala buia col fascio di luce a proiettare sullo schermo. Cinema quindi, ma anche eventi sportivi (il calcio è pur sempre l'unica religione che non ha atei) lo distraggono dalla “routine contabile”.